siti web differenza pagine e categorieNella fase di studio preliminare nella creazione di siti web, è fondamentale capire la frequenza dei contenuti da ospitare, in maniera da impostare coerentemente tutta la struttura del sito stesso.

Una distinzione fondamentale da fare quando si pensa ad un nuovo sito web, in tal senso, è quella tra pagine e categorie: essa può apparire semanticamente scontata ma, in realtà, non tutti riescono a cogliere a primo impatto la sostanziale differenza.

La pagina web è un insieme di testo ed immagini non soggetto ad aggiornamenti frequenti; anzi, a volte può essere esente da interventi e correzioni vita natural durante. La categoria, invece, è una “pagina contenitore” che raccoglie tutti gli ultimi inserimenti nel nostro sito divisi in base a determinate tematiche.

Per fare un esempio chiaro e pratico, “Chi siamo”, “Contatti”, “Mission” o anche “Team” sono pagine: il loro contenuto non è destinato ad essere stravolto nel tempo; se dovremo cambiare qualcosa (un indirizzo o un elemento del team) basterà intervenire direttamente dal nostro CMS (Content Management System) per cancellare e sostituire le righe e le parole necessarie. La voce “News” di un sito, invece, è generalmente una categoria: cliccando sulla voce dal menù non mi appariranno più dei contenuti fissi, ma un elenco cronologico degli ultimi inserimenti (di solito col titolo ed un estratto di circa 50 parole, detto excerpt). Una categoria può essere anche una pagina “Promo” (quando le offerte si susseguono in maniera frequente e periodica) o “Comunicazioni” (per raccogliere avvisi di carattere aziendale). Una categoria, a sua volta, può essere suddivisa in sottocategorie (“News”, per esempio, può avere le sottocategorie “Cronaca”, “Sport”, “Economia” ecc.)

Quando si decide di realizzare un nuovo sito web, quindi, è una forte discriminante l’attualità e l’aggiornamento dei contenuti: se il contenuto principale del sito sarà costituito da categorie (come per esempio capita in tutti i siti idi informazione), il template dovrà avere una maggiore dinamicità ed elasticità, prestandosi ad un aggiornamento costante dei propri contenuti; se il sito web, invece, è più destinato ad essere una vetrina, dove le categorie sono assenti o minoritarie, allora sarà meglio privilegiare un design che punta più all’eleganza che alla praticità.

La distinzione tra pagine e categorie è ormai trasversale e si trova in tutti i CMS: capirne la differenza è fondamentale per gestire in autonomia i futuri contenuti.

Pin It on Pinterest