Connect Your Site

Branding TicinoFare Rebranding non vuol dire solamente effettuare dei cambiamenti aziendali in termini di immagine e percepito; in maniera più completa, vuol dire ridefinire la mission e la vision aziendale e comunicare i nuovi valori attraverso azioni di comunicazione atte a stravolgere il vecchio percepito di un determinato marchio.

Un rebranding può avvenire su vari livelli. Tuttavia, le azioni che portano ad adottarlo, sono sempre simili tra di loro: l’azienda va male (a volte è sull’orlo del fallimento); l’immagine non è adeguata al mutamento dei tempi e dei gusti del pubblico; il core business ha avuto un’evoluzione tale da favorire l’abbandono della vecchia identità.

Il rebranding non è un’azione fatta a cuor leggero: chi si abitua ad un logo, a dei colori o a un pay-off tende a un’identificazione naturale con quell’insieme. Cambiare vuol dire spesso stravolgere, e il mutamento non è sempre ben accolto dal pubblico fidelizzato.

È sbagliato affermare che una Brand Identity va rivoluzionata perché la vecchia è ormai datata e non va più di pari passo con la realtà aziendale: persino una start-up può fare errori di branding grossolani in partenza, salvo poi correggere la rotta nel minor tempo possibile al fine di riportarsi al passo con le aspettative di business iniziali.

L’identità aziendale messa a nuovo si può muovere su più livelli: lo sconvolgimento più totale viene fatto quando vengono cambiati il logo (il quale di solito viene riproposto simile nell’idea ma rielaborato graficamente), i colori di riferimento, il pay-off e tutta la comunicazione visuale correlata. Ma vi possono essere anche dei rebranding più leggeri, spesso sanciti, tanto per dare un’idea, da una serie di spot pubblicitari completamente in rottura con quelli tradizionali. A volte, quando si parla di prodotto di distribuzione, può essere rebranding anche il solo cambiamento del packaging. A volte si cambia il solo logo, per lasciare intatto il resto; altre volte si tiene il logo ma si cambia il coordinato font e il logotipo correlato. Nei casi più estremi persino il naming aziendale può essere oggetto di discussione.

Parlare di rebranding, quindi, può voler dire tutto come niente. Quando il cliente lo richiede, è chiaro che egli è mosso da specifiche esigenze. Un’analisi della comunicazione a 360°, con un accento particolare allo studio del brand, permette di cambiare in maniera motivata e senza essere precipitosi, individuando tutte le azioni necessarie al fine di dare nuova vita e perenne successo al marchio e alla sua azienda di riferimento.

Pin It on Pinterest