padiglione svizzera expo 2015 milanoTra i vari dubbi che spesso attanagliano i visitatori dell’Expo 2015 di Milano una cosa è certa: la Svizzera ha creato un padiglione che invita i visitatori a riflettere sulle risorse non infinite del nostro pianeta.
Il concept del padiglione è molto semplice ma assolutamente centrato rispetto al tema dell’Expo: sono state allestite 4 torri riempite con caffè, mele, sale e acqua (nelle scatole sono presenti dei bicchieri con cui è possibile rifornirsi d’acqua ai rubinetti). Arrivando dal decumano (l’identificabile “corso” principale dell’esposizione) è ben leggibile lo slogan: “Ce n’è per tutti?”.
Le torri hanno 4 piani che si possono raggiungere con una piattaforma mobile (una sorta di montacarichi) e la piattaforma scende al piano inferiore solo nel momento in cui tutte le risorse al piano superiore sono state esaurite. Il messaggio della Svizzera è quindi molto forte: potete prendere liberamente quello che volete, ma se non pensate a chi verrà dopo di voi, gli altri non ne avranno abbastanza.
La scelta del padiglione è lanciare un messaggio lasciando libere le persone di comportarsi come meglio credono. In effetti questo rispecchia il nostro comportamento nella vita di tutti i giorni: quante volte ci è capitato di buttare via del cibo senza pensare a tutte le persone che muoiono di fame? O quante volte abbiamo sprecato acqua corrente senza pensare che anche l’acqua è una risorsa vitale e non infinita? Purtroppo, comportamenti diversi da quello che ci si aspetta e con cui molti visitatori approfittano delle risorse del padiglione senza attenzione, sono all’ordine del giorno ed è il motivo per cui 2 risorse su 4 sono arrivate al 75% di consumo dopo sole 2 settimane dall’apertura della manifestazione.
Sul sito del padiglione Svizzero è possibile tenere monitorato costantemente il livello delle risorse: http://www.padiglionesvizzero.ch/swiss-pavillon/le-torri/
Insomma, più che il solito padiglione, un vero esperimento sociale ad oggi ottimamente riuscito.

Pin It on Pinterest