Connect Your Site

“Crowdfunding” è uno dei termini più in ascesa, anche in Svizzera, nel campo della progettazione del business o di proposte di carattere sociale o culturale. Il significato lo si evince già dalla stessa etimologia inglese, ovvero una fusione tra “crowd”, folla, e “funding”, raccogliere fondi. In poche parole, il Crowdfunding consiste nel finanziare dei progetti altrui da parte di una collettività che può essere composta da indistinti individui privati, aziende o enti. Esso può anche considerarsi come una semplificazione del più tecnico “Project Financing”, destinato a progetti più elaborati e rivolto a soggetti specializzati in un dato settore.

Chiaramente, basandosi su una raccolta di denaro contante che parte dal basso, il “Crowdfunding” deve avare una valenza economica o sociale in cui il donatore si riconosca. Chi chiede la raccolta fondi, oltre a non avere i mezzi materiali per realizzare in proprio la sua idea, deve generare un processo persuasivo forte nei confronti del potenziale donatore.

Una simpatica infografica, ripresa dal sito della “Balle”, illustra meglio di mille parole quali sono le tre principali possibilità di sbocco per il Crowdfunding, rimanendo in termini generali e senza entrare nello specifico di nessun progetto.

Schematicamente, le possibilità del “Crowdfunding” sono tre: richiesta di fondi senza dare niente di materiale in cambio (di solito si tratta di una raccolta per progetti di forte carattere sociale o culturale), richiesta che offre un vantaggio tangibile o intangibile e, infine, una richiesta che dà come corrispettivo un vero valore finanziario.

Tanti sono i progetti che sono nati grazie al Crowdfunding: il primo posto mondiale per fondi raccolti spetta addirittura alla realizzazione di un videogioco, che ha raccolto addirittura 68.000.000 di dollari (a fronte di una richiesta di 500.000 dollari); il secondo posto spetta ad “Ethereum”, una piattaforma di pagamento e di crittografia foraggiata anche da Bitcoin (18 milioni e mezzo di dollari raccolti); l’ultimo gradino del podio è occupato da “Coolest Cooler”, un frigorifero portatile 3.0 (che ha raccolto 13 milioni di dollari su una necessità di appena 50.000$).

Anche in Svizzera il Crowdfunding sta incontrando un successo sempre più crescente: il volume dei fondi raccolti nel 2013 è di 11.6 milioni di Franchi (a fronte dei 5.2 raccolti nel 2012). Nel 2013 nella Confederazione sono state lanciate 1.125 campagne e 720 hanno raccolto tutta la cifra necessaria (per una percentuale di successo del 64%). Per il 2014, approssimativamente, si stima che il giro d’investimenti sul Crowdfunding dovrebbe aggirarsi sui 25 milioni di Franchi (per un altro incremento annuale sopra al 50% rispetto all’anno precedente).

L’infografica proposta di seguito spiega e semplifica l’idea alla base del Crowdfunding: a volte è proprio vero che sono le idee più semplici quelle che spianano la strada verso il successo.

crowdfunding in svizzera

Pin It on Pinterest