brainstorning-agenzia-comunicazioneBrainstorming può essere tradotto, in maniera letterale e poco ortodossa, come “assalto mentale”. In termini creativi, si riferisce al processo di gestazione e nascita di un qualsiasi lavoro in ambito di eventi, siti web, brand identity, piani di comunicazione in senso lato. Nella prassi, si tratta di un momento di concentrazione collettiva in cui ogni partecipante mette a disposizione la propria professionalità, l’esperienza e i suoi consigli per avviare, sviluppare e ultimare un progetto creativo.

Senza entrare troppo nei dettagli tecnici, il brainstorming è forse una delle fasi cruciali del lavoro di un’agenzia di comunicazione. Intervenendo, solitamente, una pluralità di persone, la soluzione ottimale risiede in un numero di partecipanti né eccessivamente basso né eccessivamente alto. È sicuramente preferibile, in questo ambito, un gruppo composto da persone provenienti da ambiti sì diversi, ma perfettamente in linea e interscambiabili tra di loro. Un brainstorming rappresentato da professionalità coincidenti può, invece e non necessariamente, generare dei conflitti di mentalità e di approccio difficili da superare, o anche attizzare uno spirito di competizione poco costruttivo e inutile per la causa.

Esistono molte maniere di fare brainstorming. Una delle situazioni più diffuse è quella in cui i partecipanti hanno, al momento di questa fase, già almeno un’idea di massima basata sulla lettura di un brief o un confronto tra colleghi. Una volta aperta l’ “assemblea”, è utile definire i punti da trattare e buttare giù le idee che iniziano ad arrivare, anche in maniera disordinata. Una volta steso il canovaccio generale, si passa a una fase di riordino del piano, il quale comincia a prendere una forma ben precisa. Quando sono state definite le task, i tempi e le modalità, a questo punto, si può passare ad una fase di limatura definitiva, la quale sarà seguita e suggellata da uno o più documenti scritti per tracciare la rotta materiale per arrivare, con le giuste tempistiche, alla consegna del lavoro.

Un’agenzia come Clublab fa un uso frequente e piacevole del brainstorming. Nel caso di progetti complessi che richiedono un carattere multidisciplinare, esso è un processo imprescindibile. E, in fin dei conti, è anche un momento per conoscersi meglio e imparare gli uni dagli altri.

Pin It on Pinterest